C’era una volta l’Astico e il Posina
che con le acque limpide e magiche,
torrenti dal Toraro e dal Pasubio,
incisero il volto e le valli di questa gente di montagna,
custode di antiche tradizioni e di una genuina ospitalità,
fatta di cose semplici e pulite, come il nostro ambiente,
che, neppure i fumi della civiltà industriale,
il vento e la pioggia osano trasportare.